Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
iic_londra

Primo Levi: Echi di una voce perduta

Data:

15/05/2017


Primo Levi: Echi di una voce perduta

In occasione del trentesimo anniversario della morte di Primo Levi, e della prima pubblicazione in lingua inglese di Echi di una voce perduta di Gabriella Poli e Giorgio Calcagno (a cura di Carole Angier e tradotto da Nat Paterson), l’Istituto Italiano di Cultura dedica un evento alla figura del grande autore torinese con Carole Angier, Robert Gordon, Anthony Rudolf e Sue Vice.

Echi di una voce perduta è il frutto di dodici anni di stretta amicizia tra la giornalista Gabriella Poli e Primo Levi: un volume composto non semplicemente attingendo a interviste e conversazioni registrate lungo tutta la carriera dello scrittore – scovate persino nei luoghi più impensabili – bensì soprattutto grazie alle conversazioni private con l’autore, durate per molti anni prima della sua morte nel 1987. Il libro fu pubblicato cinque anni dopo, nel 1992, rendendolo una delle prime testimonianze sulla figura di Levi e sulla sua opera.

Negli ultimi trent’anni, molte sono state le biografie e migliaia i libri e gli articoli su Primo Levi. “Echi di una voce perduta” ha tuttavia un carattere di unicità, in parte per il suo punto di vista privilegiato, in parte per la sua forma che, facendo uso delle parole dello stesso Levi a proposito di se stesso, lo rende una sorta di “autobiografia involontaria”.

[PRENOTA ORA]

Primo Levi – chimico italiano ebreo sopravvissuto ad Auschwitz – è stato uno dei grandi scrittori dei ventesimo secolo. Il suo capolavoro, Se questo è un uomo, è tuttora uno dei libri più letti sull’Olocausto. Echi di una voce perduta è stato tradotto in inglese per la prima volta in occasione del trentesimo anniversario della morte di Primo Levi.

Carole Angier è autrice di una biografia di Primo Levi (The Double Bond: Primo Levi, A Biography, 2002) ed è editor di Echoes of a Lost Voice.

Robert Gordon è Serena Professor of Italian presso l’Università di Cambridge. Tra le sue pubblicazioni: Primo Levi’s Ordinary Virtues: From Testimony to Ethics (2001), Primo Levi, The Voice of Memory. Interviews 1961-1987 (con Marco Belpoliti (a cura di), 2000).

Anthony Rudolf è scrittore, traduttore e fondatore di Menard Press. È stato il primo editore delle poesie di Primo Levi in inglese. È autore di At an Uncertain Hour: Primo Levi’s war against oblivion (1990).

Sue Vice è Professor of Literature and Holocaust Studies presso l’Università di Sheffield. Tra le sue pubblicazioni principali: Holocaust Fiction (2000), Representing Perpetrators in Holocaust Literature and Film (con Jenni Adams, a cura di, 2013).

Informazioni

Data: Lun 15 Mag 2017

Orario: Dalle 19:00 alle 21:00

Organizzato da : ICI London

Ingresso : Libero


Luogo:

ICI London

2462